Il sentiero più semplice per guadagnare la vetta del Monte San Primo parte da Piano Rancio (raggiungibile da Canzo in auto). Lasciamo la vettura in uno dei numerosi parcheggi presenti alla Colma di Sormano e prendiamo la strada sterrata che c’è subito dopo la baita ristoro La Colma. In questo caso si deve affrontare una pendenza non più uniforme ma concentrata nel tratto finale del percorso. Raggiungiamo un primo segnavia che indica a sinistra il rifugio Martina a 20 minuti e poco dopo un secondo segnavia che, ancora a sinistra, ci fa prendere il sentiero 39 che sale al monte San Primo. I percorsi per raggiungere la vetta sono due: il primo parte da Piano Rancio (il più semplice e quello che abbiamo intrapreso noi) e l’altro è il sentiero classico con partenza dalla Colma di Sormano. Monte San Primo … Proseguiamo lungo il sentiero e superiamo l’Alpe Spessola.A questo punto inizia ad aprirsi alle nostre spalle una vista verso le Grigne e il Resegone. Durata: 1h e 40' Impegno fisico: Normale. https://ilmontanaro.jimdofree.com/escursioni/triangolo-lariano/monte-san-primo Il percorso si mantiene per la prima parte nel bosco. Sei in: Home / sentieri san primo bellagio / Non categorizzato / sentieri san primo bellagio sentieri san primo bellagio Non categorizzato Nei pressi del ristorante la Genzianella si vede la partenza dello skilift. Lasciata la macchina a Colma di Sormano, vicino all'Osservatorio astronomico, cominciamo la salita verso il Per il rientro consiglio di ripercorrere a ritroso la strada percorsa all’andata. Il sentiero da Nesso a Monte San Primo è un collegamento tra il comune di Nesso e la Dorsale del Triangolo Lariano; il punto di partenza è di fronte alla Chiesa di S. Maria a Nesso, in via Pian del Tivano.L’itinerario è inoltre inserito all’interno del portale turistico della sentieristica online di … Il monte San Primo a pochi chilometri da Bellagio, con i suoi 1685 metri è il più alto del Triangolo Lariano, è facilmente raggiungibile e, grazie alla sua posizione centrale, è in grado di regalare una vista impareggiabile sul Lago di Como e sulle Prealpi comasche. Bellissima anche la vista sulle Grigne e più in lontananza Monte Legnone e Legnoncino. Itinerari per famiglie in Valtellina e Valchiavenna In circa 2,5 ore si arriva alla cima (1682 metri!) Con i suoi 1.682 metri è una sentinella sopra il punto d’incontro dei due rami del lago di Como. Il sentiero da Nesso a Monte San Primo è un collegamento tra il comune di Nesso e la Dorsale del Triangolo Lariano; il punto di partenza è di fronte alla Chiesa di S. Maria a Nesso, in via Pian del Tivano. Tempi progressivi*: Colma di Sormano – Colma del Bosco (20′) – Monte Cornet – Alpe Spessola (1h05′) – Monte Ponciv – Bocchetta di Terrabiotta (1h35′) – Cima del Costone – Monte San Primo (2h25′) – Bocchetta di Terrabiotta – Alpe Spessola (3h10′) – Colma del Bosco (3h30′) – Colma di Sormano (3h50′) Camminiamo quindi su una strada carrozzabile in cemento, con una leggera pendenza, che ci conduce fino al rifugio Martina (1230 m). Il sentiero si mantiene con una pendenza dolce che ci accompagna verso la vetta senza risultare mai particolarmente faticoso. Percorso Veleso - monte San Primo di Escursionismo in Veleso, Lombardia (Italia). Partendo da Pian del Tivano e prendendo il sentiero per l’Alpe Spessola ci si ricongiunge al sentiero che ho descritto e si risparmia 1+1 km di strada. Scarica la traccia GPS e segui il percorso su una mappa. Piano Rancio - Rifugio Martina - Monte san primo. Un privilegiato punto di osservazione verso un panorama che non ha eguali. Breve descrizione itinerario. Colma di Sormano - Monte San Primo. Il panorama che si vede dalla cima è fantastico, probabilmente il più bello tra tutti quelli che si possono ammirare nel Triangolo Lariano.Ci troviamo in una posizione particolare proprio sopra il punto dove si congiungono i due rami del lago di Como e Lecco. Monte San Primo - Triangolo Lariano. Il sentiero prosegue fino all’alpe di Terrabiotta, dove si ricollega con la strada sterrata proveniente dalla Colma di Sormano; qui abbiamo due possibilità: continuare lungo la strada sterrata che a mezza costa sale dolcemente fino in vetta, oppure percorrere la cresta che, con un po’ di fatica in più, offre un’appagante via fatta di saliscendi e panorami mozzafiato. Porteremmo comunque l’escursione da 16 a 10 km e quindi per chi vuole ridurre il tempo di percorrenza può essere una buona soluzione. Seguire le indicazioni del sentiero che passa per La Forcoletta e le creste nord/ovest. L’itinerario è inoltre inserito all’interno del portale turistico della sentieristica online di … Escursione Monte San Primo. Salita al Monte San Primo (1682 mt slm) da Piano Rancio Salita al Monte San Primo in notturna e vista dell'alba, grazie agli amici che ogni anno per la Befana organizzano "L'alba al San Primo". Inizialmente il percorso è pianeggiante e si addentra in un bellissimo bosco. Puoi acquistare il libro in tutte le librerie oppure online: Il portale dei Rifugi di Lombardia nasce grazie alla collaborazione di Assorifugi e Regione Lombardia, Associazione Gestori Rifugi Alpini e Escursionisti della Lombardia - C.F 99 005 140 175, Per usufruire di tutte le funzionalità del portale aggiorna. LeMontagne.net è anche sui social: seguimi su: YOUTUBE, FACEBOOK e INSTAGRAM.Per essere aggiornato sulle nuove guide ISCRIVITI alla NEWSLETTER. Per entrambi i percorsi è necessario calcolare circa 1 ora e 30 minuti di cammino. E’ un percorso abbastanza lungo ma senza alcun tipo di pericolo. Esistono diversi percorsi per giungere al San Primo, sfruttando le molteplici varianti che il territorio del Triangolo Lariano offre per salire in quota dalla sottostante pianura. Unico neo del percorso proposto, la discesa che finisce un po' troppo presto, con gli ultimi 300m. da cui si … di dislivello da fare sullo storico bitume del passo del Ghisallo. 1TR. Con i suoi 1.682 metri è una sentinella sopra il punto d’incontro dei due rami del lago di Como.Può essere raggiunta da San Primo attraverso un sentiero piuttosto ripido oppure dalla Colma di Sormano come indicato in questa guida. Partenza: colma di Sormano, 1120 mslm. MONTE SAN PRIMO (1.686 metri) ... Seguite il sentiero sopra al rifugio, proseguire fino a trovare sulla destra in mezzo al boschetto (se non ricordo male prima di una recinzione in fil di ferro) un ripido sentiero che in una ventina di minuti porta alla cima. Uniche controindicazioni sono il fango (evitate la passeggiata se nei giorni precedenti ha piovuto) e il sole (meglio evitare d'andarci l'estate). Il Monte San Primo è la montagna più alta del Triangolo Lariano e con i suoi 1685 metri regala agli escursionisti un privilegiato punto di osservazione verso un panorama che non ha eguali: lo sguardo può spaziare a 360 gradi dal vicino Lago di Como a gran parte dell’arco alpino. Quota di arrivo: 1.686 m Dislivello di salita: 562 m (+ abbastanza sviluppo) Monte San Primo: descrizione della via normale di salita a Monte San Primo nel gruppo Triangolo Lariano con itinerario, tempi e difficoltà (relazione del 30/06/2013 di Andrea C. ) Canzo - Monte San Primo Itinerario molto panoramico che permette di salire sul punto più alto del triangolo lariano, con viste mozzafiato sul lago di Como e le Grigne. Zwei Seen Blick – Monte San Primo Summit Itinerario ad anello da Magreglio - livello percorso escursionistico intermedio. Calda giornata per questa facile escursione nel cuore del Triangolo Lariano, il Monte San Primo è la cima più alta del gruppo. Facile percorso ad anello che parte dal comune di Veleso (CO), raggiungibile da Como con la provinciale Lariana direzione Bellagio. Clicca sulle immagini per lo zoom e poi l’icona in basso a sinistra per vederle fullscreen in 4K. Volgendo lo sguardo a nord potrete ammirare il Legnoncino e il Legnone. Dal Parco Monte San Primo si può raggiungere anche il Rifugio Martina (1221 m; ore 0,30), presso l’ Alpe dei Picìtt, e da qui, seguendo un ripido sentiero, il Monte San Primo (1681 m; ore 1,10; 1,40). Guardando a sinistra possiamo scorgere il Pian del Tivano che rappresenta un punto di partenza alternativo rispetto alla Conca di Sormano. Visualizza altri Tour come questo o pianifica il tuo con komoot! Scarica la traccia GPS e segui il percorso su una mappa. Dopo circa 50 minuti di cammino si fuoriesce dalla vegetazione per portarsi sulla spalla del Monte Ponciv, collegata alla panoramica ed ampia cresta che in direzione Ovest conduce in vetta al Monte San Primo. Il Comune di Magreglio attraverso un’ordinanza ha chiuso da ieri il sentiero sul suo territorio che porta al Monte San Primo. Il Monte San Primo è la cima più elevata delle Prealpi Comasche e sovrasta le rive del lago di Como a Bellagio. Si inizia la salita puntando in direzione Alpe Borgo (indicazioni), e si risalgono con una stradina i verdi prati del Monte Ponciv. A est si vede il Resegone, il Magnondeno e il Linzone.Guardando a sud infine potrete spaziare su tutte le montagne del triangolo lariano tra cui i Corni di Canzo, il Moregallo, il Cornizzolo, Il Bollettone e il Pallanzone. Impegno fisico:Normale. La fatica delle salite viene poi ripagata dagli scenari che si possono godere una volta giunti in vetta. Si continua sulla dorsale, facendo un lungo semicerchio. di dislivello da fare sullo storico bitume del passo del Ghisallo. Sentiero del Viandante – da Abbadia Lariana a Lierna, Sentiero del Viandante – da Lierna a Varenna, Sentiero del Viandante – da Varenna a Dervio. Salita al Monte San Primo (1682 mt slm) da Piano Rancio di Escursionismo in San Primo, Lombardia (Italia). Nelle belle giornate di cielo terso la vista arriva a scorgere verso sud anche gli Appennini. Skimap Monte San Primo. Per l’escursione al Monte San Primo si lascia l’auto a Piano Rancio, in provincia di Como, e si prende una stradina sterrata seguendo le indicazioni per il rifugio Martina. Al passo del Ghisallo, svoltando a sinistra e seguendo l’indicazione “San Primo”, si raggiunge la località Piano Rancio dove suggeriamo di lasciare l’auto presso gli impianti di risalita. Dopo un primo tratto pianeggiante si inizia a scendere immettendosi nel bosco, terminato il quale comincia il cinema: davanti ai vostri occhi si aprono scenari mozzafiato sui calanchi di Monte San Michele e, durante tutto il resto della discesa, numerosi scorci sul paesaggio circostante, sulla valle del Lavino e su altri calanchi. Proseguiamo verso la vetta decidendo se continuare a seguire il sentiero principale oppure spostarci sul sentiero che corre lungo la cresta. Editore Lyais Edizioni. Monte San Primo – Trekking estivo. Arrivati in vetta il panorama è stupendo e potrete godere di una delle migliori viste sul lago di Como.La Grignetta e il Grignone sono molto vicine e si possono ammirare in tutta la loro imponenza. Dopo un primo tratto pianeggiante si inizia a scendere immettendosi nel bosco, terminato il quale comincia il cinema: davanti ai vostri occhi si aprono scenari mozzafiato sui calanchi di Monte San Michele e, durante tutto il resto della discesa, numerosi scorci sul paesaggio circostante, sulla valle del Lavino e su altri calanchi. Escursioni varie Scritto da Paolo Ciccarelli Sabato 14 Maggio 2011 11:30 SOVRASTA IMPONENTE IL PAESINO DI PIORACO: IL MONTE PRIMO (difficoltà EE) Traccia GPS ed immagini statiche: qui (utenti registrati) Un'escursione per nulla da sottovalutare è quella che, dalla piccolissima frazione di Costa S. Severo tra Castelraimondo e Pioraco, si snoda alla conquista della croce del Monte Primo. Quarantaquattro passi. Scarica la traccia GPS e segui il percorso su una mappa. Giunti sulla radura della Forcoletta in 10 minuti (svolta a sinistra) possiamo arrivare in cima al monte Colmenacco (1265 m), oppure seguire la traccia a destra verso il Piz del Luser (1405 m) sulla cresta nord-ovest del Monte San Primo. “Da qui Messere si domina la valle”, sembra di poter dire canticchiando un vecchio adagio del Banco di Mutuo Soccorso. Unico neo del percorso proposto, la discesa che finisce un po' troppo presto, con gli ultimi 300m. Il sentiero più semplice per guadagnare la vetta del Monte San Primo parte da Piano Rancio (raggiungibile da Canzo in auto). Per la discesa, si segue il medesimo itinerario della salita. Percorso 1: Colma di Sormano > San Primo Il Monte San Primo è facilmente accessibile partendo dalla Colma di Sormano ben nota, oltre che per l'osservatorio, per essere l'arrivo di una delle salite ciclistiche più ambite, il famoso e terribile Muro di Sormano . Monte San Primo e il Palanzone L a sentieristica dei monti San Primo e Palanzone, le cime più alte del Triangolo Lariano, sono l’ideale per chi vuole fare trekking, anche impegnativi, in giornata. La mulattiera che porta al San Primo parte dietro il ristorante, mentre salendo dal prato si fa una bella variante in un sentiero tra gli alberi, che sale e scende prima di ricongiungersi alla mulattiera. Il panorama dal Rifugio Martina Lasciata la macchina a Colma di Sormano, vicino all'Osservatorio astronomico, cominciamo la salita verso il monte San Primo. Arriviamo all’Alpe di Terra Biotta dove possiamo vedere per la prima volta il lago di Como. Verificare sempre le condizioni della neve. Al parcheggio ho lasciato l'auto e ho seguito la via principale del paese fino ad uscire dall'abitato e ricongiungermi con … Il Monte San Primo è facilmente accessibile partendo dalla Colma di Sormano ben nota, oltre che per l'osservatorio, per essere l'arrivo di una delle salite ciclistiche più ambite, il famoso e terribile Muro di Sormano.La Colma è il punto di partenza di svariate escursioni: per esempio per il Monte Palanzone. Monte San Primo. Monte San Primo: sentieri Il suggestivo Monte San Primo è la montagna più alta tra quelle presenti all’interno del territorio del Triangolo Lariano. Quest’ultimo offre un panorama migliore ma anche alcuni sali scendi che aumentando il dislivello totale da superare. La Comunità Montana Triangolo Lariano ha individuato alcuni percorsi botanici lungo le pendici del Monte S. Primo. Percorso 1TR. Difficoltà: E. Descrizione: La partenza del percorso che vi proponiamo è posta al Parco Monte san Primo,dove troviamo alcuni parcheggi e l'area sciistica del San Primo. Il Monte San Primo è la montagna più alta del Triangolo Lariano con i suoi 1685 metri di altitudine. Il monte San Primo (1685 m.) dista pochi chilometri da Bellagio, dalla cima si gode un'impareggiabile panorama del lago di Como. Monte San Pietro è attraversata anche da lunghi itinerari: la Piccola Cassia, la Via dei Brentatori e la dorsale CAI 2019. Tempi di percorrenza indicativi: 2h30' per la vetta. Tramite la SS36 in direzione Lecco da Milano prendiamo l'uscita Suello/Cesana Brianza (Lc), proseguiamo poi per la strada verso Canzo/Asso e continuiamo per Sormano. Si raggiunge in breve l’alpe Borgo e si imbocca il sentiero che si stacca sulla destra. A questo punto si raggiunge, con leggera salita, il costolone che si dirama dalla cresta nord del Monte San Primo e in località Ròccolo, a 973 m. si ammira un magnifico panorama del Lago di Como, sopra Lezzeno: l’Isola Comacina con la Zoca de L’Oli e più a sud l’imbocco della Valle d’intelvi stanno proprio di fronte a noi, sulla sponda opposta del lago. Dati: Dislivello:600m. Canzo - Monte San Primo Itinerario molto panoramico che permette di salire sul punto più alto del triangolo lariano, con viste mozzafiato sul lago di Como e le Grigne. Si ringrazia Luca Arzuffi autore del libro. Si lascia l'auto al parcheggio della Colma e si segue la mulattiera della dorsale del triangolo Lariano fino a raggiungere la località Colma del Bosco (1220 mslm), qui si gira a sinistra in direzione dell'Alpe Spessola. Può essere raggiunta da San Primo attraverso un sentiero piuttosto ripido oppure dalla Colma di Sormano come indicato in questa guida. Il Monte San Primo è la più alta cima del cosiddetto "Triangolo Lariano" e si trova tra i due rami del Lago di Lecco, offrendo in questo modo la possibilità, a chi ne sale la facile ed erbosa vetta, di godere di ampissimi panorami: dagli Appennini alle Alpi, dalla pianura alle prealpi, soprattutto sulle Grigne. Sono presenti tre impianti di risalita per un totale di 5 km. Prestare attenzione in cresta. Alle nostre spalle abbiamo una vista molto profonda su tutte le montagne del triangolo lariano, in particolare su Palanzone e Bollettone oltre che Corni di Canzo e Cornizzolo. La cartina mostra piste e impianti che un tempo funzionavano al Monte San Primo, in provincia di Como. di piste da sci, e una discesa per bob o slittino. Non ci resta che percorrere il largo sentiero che, con percorso per lo più pianeggiante, ci porta alle pendici del Monte San Primo, che conquistiamo con una breve traversa. Da Veleso salire a monte del paese dove c'è l'inizio del sentiero che porta alla vetta. Qui il panorama si apre anche dalla parte della pianura e delle altre basse cime del Triangolo Lariano. Si prende la strada per Monte San Biagio e dopo circa 300 m si svolta a destra pe Via Provinciale S. Magno. Il Monte San Primo, da visitare mountain bike o a piedi, offre al visitatore un panorama di straordinaria bellezza, in qualsiasi stagione si decida di visitarlo. Al passo del Ghisallo, svoltando a sinistra e seguendo l’indicazione “San Primo”, si raggiunge la località Piano Rancio dove suggeriamo di lasciare l’auto presso gli impianti di risalita. Il Monte San Primo è la più alta montagna del triangolo lariano. Provenendo da Terracina o da Fondi si giunge al Bivio per Monte San Biagio sulla Via Appia. Escursioni varie Scritto da Paolo Ciccarelli Sabato 14 Maggio 2011 11:30 SOVRASTA IMPONENTE IL PAESINO DI PIORACO: IL MONTE PRIMO (difficoltà EE) Traccia GPS ed immagini statiche: qui (utenti registrati) Un'escursione per nulla da sottovalutare è quella che, dalla piccolissima frazione di Costa S. Severo tra Castelraimondo e Pioraco, si snoda alla conquista della croce del Monte Primo. MONTE SAN PRIMO (1.686 metri) ... su strade sterrate e facile sentieri che però sono percorribili anche con la neve. Il Monte San Primo è la più alta montagna del triangolo lariano. Difficoltà e pericoli: sono potenzialmente pericolosi i pendii meridionali del monte. Al primo semaforo svoltare a sinistra per Via Carro e Via S. Vito di seguito, strada asfaltata che percorre l’intera Valle S.Vito, fino a giungere in località Vetica. La salita è costante e mai ripida così da rendere l’escursione indicata anche a famiglie.In inverno se non è appena nevicato si può affrontare anche senza ciaspole in quanto è un percorso molto frequentato e troverete sicuramente il passaggio battuto.E’ importante portare una buona scorta di acqua perché lungo il percorso non si trovano rifugi o sorgenti da cui bere e in estate affronterete quasi tutto il sentiero sotto un sole cocente! Gli appassionati di MTB possono variare le uscite combinando i sentieri a loro piacimento grazie ai collegamenti che potete visionare sulla mappa. Arrivo: monte San Primo, 1686 mslm. Continuiamo a seguire le indicazioni per Monte San Primo e una volta superato il Monte Roncaglia, usciamo dal bosco e il panorama si apre verso la vetta. Relazione: Dove: Monte San Primo 1.686 m Alpi: Prealpi Lombarde – Gruppo Triangolo Lariano Località e quota di partenza: Colma di Sormano 1124 m, dove si lascia l’auto. Percorso Veleso - monte San Primo di Escursionismo in Veleso, Lombardia (Italia). L'ascesa alla vetta del Monte San Primo dal versante meridionale inizia presso il Pian del Tivano (950m), un bel pianoro carsico che si trova nel Triangolo Lariano. Facile percorso ad anello che parte dal comune di Veleso (CO), raggiungibile da Como con la provinciale Lariana direzione Bellagio. Volendo ridurre in modo consistente la lunghezza della nostra escursione al monte San Primo potremmo decidere di partire dal versante nord della montagna e lasciare la macchina a ristorante rifugio Martina.Avremmo così oltre 3+3 km in meno da superare però il percorso risulta decisamente più ripido e anche da un punto di vista panoramico preferisco l’itinerario che vi ho descritto nell’articolo. Dati: Dislivello:565 m. Durata: 2h. Punto di partenza: Parco San Primo, Piano Rancio, 960 m, Si ringrazia Luca Arzuffi autore del libro:  Il monte San Primo è accessibile da diversi sentieri, qui vi descrivo la salita classica dalla colma di Sormano. La strada è agevole e la pendenza non è eccessiva (eccetto forse l'ultimo tratto).